Visita alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea è il luogo perfetto per fare del proprio viaggio a Roma un’occasione culturale e di scoperta artistica più unica che rara. Infatti questo museo, inaugurato a Roma nel 1883, racchiude tra le sue mura una delle maggiori collezioni d’arte e sicuramente una delle più numerose raccolte con circa 20.000 pezzi che rappresentano con una grandissima varietà le correnti artistiche dai primi dell’Ottocento ad oggi.

La sua sede originale fu per molti anni il Palazzo delle Esposizioni, fino a quando nel 1915 le collezioni venero trasferite nel ben più capiente e moderno Palazzo di Belle Arti, dove attualmente prosegue la vita della Galleria Nazionale d’Arte moderna e Contemporanea di Roma.

La Galleria nel 2014 ha ottenuto un’autonomia speciale e ha intrapreso un innovativo progetto di riorganizzazione e di riordino del gli spazi espositivi che ha coinvolto l’allestimento nella sua struttura fisica, nei metodi di archiviazione, catalogazione, esposizione e illustrazione.

Potrebbe interessarti anche:
Come partecipare alle visite serali speciali dei Musei Vaticani

Il nuovo museo è dotato di gestione autonoma di catalogazione e conservazione specializzata nella valorizzazione delle collezioni importanti che ospita questo luogo così rappresentativo dell’arte moderna che parte dal lato artistico per raccontare la complessità della storia e del pensiero dell’uomo moderno; è suddiviso in tantissime sale, molte di esse ospitano opere importantissime anche per il panorama internazionale e fanno parte della collezione permanente del museo come alcuni capolavori di Paul Cézanne, Antonio Canova, Claude Monet e Vincent Van Gogh.

Sale principali della Galleria Nazionale d’Arte Contemporanea di Roma

Salone dell’Ercole

Il salone è dedicato al periodo di passaggio tra neoclassicismo e romanticismo, che ha avuto luogo tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento. Importante esempio di scultura neoclassica sono Ercole e Lica, del 1815 di Antonio Canova e I Vespri Siciliani, 1846 di Francesco Hayez.

Sala della Psiche

La sala presenta il panorama composito ed internazionale di Roma nel primo Ottocento chiamato anche “Internazionalismo Romano”. È così appellata per la presenza della statua di Psiche svenuta, del 1822 di Pietro Tenerani.

Sala della Saffo

Quest’area è dedicata alla pittura toscana dei primi decenni dell’Ottocento, caratterizzata dalla presenza del movimento Macchiaiolo (1855 al 1865) che si fondava sul principio che la visione della realtà non sia altro che un insieme di macchie di colore. L’opera che da il nome alla sala è Saffo, del 1857 di Giovanni Dupré.

Sala del Giardiniere

Una delle sale più visitate è quella dedicata agli artisti impressionisti e a quei pittori che si possono inserire nella i Scuola di Parigi, ma comprende anche molti artisti non francesi che, al finire del secolo, si trasferirono a Parigi considerata ormai la capitale mondiale dell’arte. Tra le opere più note della sala troverete:

Vincent van Gogh, Il giardiniere, 1889
Vincent van Gogh, L’arlesien, 1890
Paul Cézanne, Les cabanon de Jourdan, 1906
Claude Monet, Ninfee rosa, 1898
Gustave Courbet, Bracconieri nella neve, 1867

Sala Roma 1911, Klimt e il clima della secessione

Questa importante sala è dedicata a una delle gemme della galleria: Gustav Klimt, Le tre età della donna, 1905. È uno dei capolavori del maestro austriaco ed è davvero esemplare del suo stile poetico, simbolico e minuziosamente curato.

Vi abbiamo stuzzicato? Sappiate che se siete amanti dell’arte contemporanea durante la vostra visita a Roma potrete soddisfare la vostra voglia di capolavori internazionali e nazionali proprio in questa importantissima e gigantesca Galleria.

Come raggiungere la Galleria Nazionale d’Arte Contemporanea di Roma

Se scegliete di soggiornare presso San Pietro B&B nel quartiere Prati sarete logisticamente molto comodi per visitare La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea che si trova a soli 35 minuti a piedi o 15 minuti di viaggio con i mezzi pubblici (bus n. 19, da Ottaviano, sette fermate).

Prenotate il vostro soggiorno a San Pietro B&B scrivendo una e-mail a [email protected]
o telefonando al numero +393662647727