I migliori ristoranti di cucina giapponese autentica a Roma

Recarsi in visita a Roma significa anche poter assaggiare piatti legati non solo alla rinomata tradizione locale, ma anche a culture culinarie alternative capaci di riscuotere un largo consenso. Un esempio sono i piatti della cucina giapponese, grazie alla presenza di molti ristoranti giapponesi di grande qualità che rendono la Capitale uno dei posti migliori, assieme a Milano, per sperimentare le pietanze tipiche del Sol Levante.

Ristoranti giapponesi a Roma, si punta sulla qualità

In questo articolo parliamo proprio dei migliori ristoranti giapponesi di Roma, dove i clienti possono gustare il miglior sushi della Capitale ma anche altri piatti della cucina tradizionale giapponese, alcuni dei quali molto apprezzati e ricercati. Il pesce crudo è certamente una delle “attrazioni” culinarie principali per le persone che decidono di vivere a pieno un’esperienza indimenticabile tra i sapori d’Oriente. Tuttavia, è necessario che la qualità di pesce crudo offerta alla clientela sia davvero di altissimo livello. Per essere certi di poter raggiungere standard qualitativi elevatissimi è quindi necessario utilizzare ingredienti freschi e sani, che rivestono un’importanza non solo dal punto di vista della presentabilità del piatto e del suo gusto, ma anche sul piano igienico-sanitario.

Il profumo del pescato fresco è inconfondibilmente delicato e gradevole, ed è un aspetto che viene garantito nei migliori ristoranti giapponesi di Roma, dove l’obiettivo del mangiare bene e della piena soddisfazione del cliente diventa quasi una missione. Ma quali sono i ristoranti nipponici più gettonati tra quelli che si trovano nella Città Eterna? Ne scegliamo cinque, tutti di alta categoria, come dimostrano anche le recensioni largamente positive.

Hasekura, Doozo e Zuma, sapori d’Oriente

Se ci si reca a Roma per gustare la cucina giapponese, non si può non provare gli splendidi piatti di Hasekura, che si trova nell’incantevole quartiere Monti, precisamente in via dei Serpenti. Già dal nome scelto per il locale, intitolato ad un antico samurai, si intuisce come l’intenzione dei gestori sia quella di garantire al cliente il vero sapore e l’autenticità della cucina del Sol Levante. L’attenzione di Hasekura è molto elevata su ogni aspetto che riguarda non solo le pietanze, ma anche l’arredamento interno del ristorante, caratterizzato da un evidente stile “minimal”. I piatti vengono esaltati anche sul piano visivo, mantenendo comunque una piacevole armonia. La guida Michelin premia da anni questo ristorante giapponese con “piatto e forchetta”, un riconoscimento che la dice lunga a livello qualitativo.

Un altro ristorante giapponese situato a Roma che punta molto sull’autenticità è Doozo, che i clienti amano non solo per l’eccellente qualità dei piatti proposti, ma anche per gli ambienti interni che rendono il locale una vera e propria galleria artistica. Il piatto forte di Doozo è ovviamente il sushi, con i clienti più affezionati che scelgono spesso il menu kaiseki, una degustazione tipica caratterizzata da una serie di piccole portate molto saporite. Tuttavia, Doozo riscuote molto successo anche perchè è in grado di proporre una cucina giapponese che non è facile trovare negli altri locali: un esempio è lo strepitoso pesce cotto alla griglia – lo yakizakana, ndr – ma anche la carne marinata in salsa teryiaki e in salsa di soia. Infine, Doozo si distingue anche per l’ottima tempura e per una selezione di tofu biologici che contribuiscono a rendere questo ristorante giapponese uno dei più rinomati della Capitale: si trova in via Palermo, a poca distanza dal Palazzo delle Esposizioni.

Al centro di Roma, e precisamente in Via della Fontanella di Borghese, si trova invece Zuma, un ristorante giapponese aperto di recente nella sala dell’affascinante Palazzo Fendi. L’esperienza culinaria di questo posto è una delle più intense che si possano vivere, anche per il panorama offerto: la terrazza su cui si estende Zuma, a dir poco incantevole, risulta essere il luogo ideale per gustare le pietanze nipponiche. Anche Zuma è particolarmente famoso per un livello qualitativo di sushi davvero eccellente, caratterizzato anche dalla presenza della vera radice di wasabi, che viene grattata sul posto. Oltre al sushi, Zuma propone una vasta gamma di piatti di pesce e carne, tra cui il wagyu, la carne di manzo di Kobe considerata un’autentica prelibatezza.

Ginza e Zenzero, “all you can eat” di grande livello

Sempre restando nel cuore pulsante della Capitale, in via Emanuele Filiberto, gli appassionati di cucina giapponese potranno restare soddisfatti anche da Ginza, un ristorante giapponese che si basa sull’all you can eat, ma che fa della qualità la sua caratteristica peculiare. Ginza è celebre soprattutto per il sushi, ma gli altri piatti – sia freddi che caldi – presenti nel menu non sono affatto da sottovalutare, tutti preparati con materie prime accuratamente selezionate. In più, Ginza mette a disposizione un personale cortese e preparato: un dettaglio tutt’altro che secondario.

Infine, se siete amanti del pesce freschissimo, Zenzero è di sicuro uno dei ristoranti giapponesi di Roma che bada maggiormente a questo aspetto. In questo locale, situato su via Flaminia, si viene serviti con grande rapidità senza che questo comporti un calo della qualità complessiva dei piatti, che è sempre molto alta. Tra le specialità di Zenzero c’è sicuramente il sushi, con l’Ebi Tempura Maki che riesce sempre a conquistare i clienti. Da provare anche le bowl con riso, alghe e pesce.

Dove dormire per visitare Roma in tutta tranquillità?
A San Pietro b&b
! Prenotate: [email protected] o al numero +39 329 3566656

LA COLAZIONE, LA WIFI E L'ARIA CONDIZIONATA SONO SEMPRE COMPRESE NELLA TARIFFA

VERIFICA DISPONIBILITA' ADESSO