I migliori mercati e mercatini delle pulci a Roma: non solo Porta Portese

Quando si parla di shopping a Roma non possono che venire in mente i negozi delle grandi marche in via del Corso o in prossimità di Piazza di Spagna, con i loro costosissimi articoli d’alta moda e le firme dei migliori stilisti. Chi frequenta esclusivamente queste boutique, però, magari non immagina le meraviglie che riuscirebbe a trovare esplorando i vari mercati delle pulci che fin dai tempi antichi animano la Città Eterna: gli articoli in vendita saranno sicuramente meno vistosi ed opulenti, ma il fascino che possono sprigionare ha pochi eguali. Ogni giorno a Roma sono numerose le vie e le piazze che si trasformano in piccoli paradisi della merce usata, e con un po’ di pazienza, un pizzico di fortuna e un buon colpo d’occhio tavolta è davvero possibile fare degli ottimi affari; in questo articolo andremo a vedere quali sono i mercatini dell’usato più interessanti di Roma, dove si tengono e in quali giorni della settimana.

Potrebbe interessarti anche:
Via Cola di Rienzo, shopping a Roma vicino al Vaticano

Porta Portese: il padre di tutti i mercatini dell’usato a Roma

Via di Porta Portese, ogni domenica dalle 6 alle 14

Al primo posto non poteva che esserci il mercatino più grande e famoso della Capitale. Ogni domenica, la via di Porta Portese e tutti i suoi vicoli nei pressi del Trastevere si trasformano in un incredibile bazar ricco di merce di ogni genere: la vitalità che si respira in questa via durante il mercato è tale da aver ispirato innumerevoli artisti nel corso degli anni, e l’esempio più celebre resta l’omonimo pezzo di Claudio Baglioni (il quale ben rendeva l’idea parlando di “spade antiche, quadri falsi e la foto nuda di Brigitte Bardot”). Il mercatino di Porta Portese nasce nell’immediato dopoguerra come risposta alle necessità delle fasce più povere della popolazione, ed è cresciuto negli anni fino a diventare lo stupefacente crocevia di culture che è oggi: non si contano gli ambulanti indiani, cinesi e africani nelle cui bancarelle è possibile trovare ogni sorta di cianfrusaglia, dall’argenteria ai capi in pelle passando per souvenir, cartoline antiche e soprammobili; come spesso accade, anche a Porta Portese molti dei venditori sono dei veri e propri affabulatori, capaci di attaccare bottone pur di venderci qualcosa che non serve affatto; eppure spesso la loro simpatia ha la meglio e alla fine ci si ritrova a trattare per chissà quale chincaglieria. Anche questo aspetto fa parte del costume e del colore di uno dei luoghi più tipici e caratteristici di Roma. Come se non bastasse, nel caso la fame iniziasse a farsi sentire fra un acquisto e l’altro, si possono anche trovare diverse bancarelle fornite di mandorle, noccioline, taralli e altre cibarie da strada. L’unico avvertimento che vi possiamo dare se avete intenzione di fare un giro al mercatino di Porta Portese è di prestare una certa attenzione ai borseggiatori: più di qualche turista poco accorto si è fatto beffare!

Mercato delle Stampe, un piccolo angolo d’arte e cultura letteraria

Piazza Borghese, dal lunedì al sabato dalle 9 alle 19

Se l’idea di girare fra una bancarella e l’altra alla ricerca di carabattole usate non vi entusiasma, il mercato delle Stampe – situato nella deliziosa Piazza di Largo della Fontanella di Borghese, non molto distante da Piazza Navona – potrebbe fare al caso vostro: niente oggettistica, souvenir o soprammobili da queste parti, ma solo stampe antiche, francobolli e vecchi libri preziosi. Tutti i giorni, eccezion fatta per domenica, i venditori locali organizzano il loro banchetto per mettere a disposizione dei possibili clienti un piccolo paradiso culturale. Esplorando la merce in vendita avrete l’occasione di trovare vecchie cartografie, poster vintage, riviste e quotidiani d’annata oltre a dipinti, schizzi e stampe d’arte di remoti artisti locali. Certo si tratta di un mercatino davvero minuto, che conta al massimo una quindicina di stand; considerata la qualità e la rarità degli oggetti che è possibile trovarvi, ad ogni modo, ogni appassionato di antiquariato grafico, artistico o letterario farebbe bene a farci un giro almeno una volta se capita dalle parti di Roma.

Mercato di via Sannio: scarpe, borse e vestiti a buon prezzo

Via Sannio, dal lunedì al sabato dalle 7 e mezza alle 14

Appena fuori dalla stazione di San Giovanni, dietro all’omonima basilica, ogni giorno esclusa la domenica prende vita questo piccolo mercatino delle pulci; aperto dalle 7 alle 14 (giovedì e sabato l’orario si estende fino alle 17) sembra una versione in scala ridotta dell’immenso mercato di Porta Portese descritto qualche riga più in alto. L’atmosfera qua è un po’ più tranquilla e il ventaglio delle merci esposte è meno ampio: non troverete molto antiquariato in via Sannio, quanto invece un mare di vestiti usati a buon prezzo, spesso di marca (anche se non sono mancati sequestri ed arresti, in passato, per la vendita di materiale contraffatto); non mancano all’appello scarpe e borse oltre alla solita bigiotteria economica. La caratteristica principale del Mercato di via Sannio è la possibilità di trattare sui prezzi, sempre nei limiti del reciproco rispetto: se la vostra offerta sarà ragionevole, state pur certi che i venditori non si faranno sfuggire l’occasione di rilanciare fino al raggiungimento di un buon compromesso.

Ponte Milvio Antiquariato, una vera istituzione per gli appassionati di vintage

Ponte Milvio, tutte le domeniche dalle 9 alle 19

Ogni domenica in zona Ponte Milvio, lungo il Tevere, dall’ormai lontano 1994 ha luogo uno dei mercati più quotati di Roma per quanto riguarda l’antiquariato, il modernariato e il collezionismo più in generale, tanto da attrarre parecchi avventori anche dalle regioni circostanti. Essendo situato piuttosto fuori mano rispetto al centro storico, difficilmente i turisti lo raggiungono; pertanto la clientela è in gran parte gente appassionata dei dintorni. Passeggiando sotto gli alberi, sulla riva del fiume, potrete trovare un sacco di discutibili dipinti e sculture ma anche diversi mobili preziosi di un certo valore; particolarmente apprezzate sono anche le bancarelle che propongono una selezione di vecchie macchine fotografiche a pellicola, poster cinematografici da collezione e vecchi giochi per bambini. La sezione dedicata ai vestiti non è particolarmente fornita, ma per questo ci sono già Porta Portese e Via Sannio; in compenso Ponte Milvio Antiquariato offre una delle esperienze sensoriali più appaganti grazie alla graziosa location, al verde degli alberi e al suono del Tevere che scorre a pochi passi.

Borghetto Flaminio: l’usato di qualità

Via Flaminia, ogni domenica dalle 10 alle 19

Ogni domenica lungo via Flaminia (a pochi passi dalla stazione dell’omonimo Piazzale) ha luogo Borghetto Flaminio, un mercatino delle pulci che non fa mistero del suo puntare tutto sulla qualità: non a caso per potervi accedere è necessario pagare un biglietto dal prezzo di 1,60 euro. In cambio di questo contenuto sforzo economico, vi sarà risparmiata la seccatura – se mai per voi lo dovesse essere! – di rovistare in cestoni pieni di inutili chincaglierie, in quanto la maggior parte degli oggetti in vendita sarà già ben posta in evidenza e nella gran parte dei casi ripulita a dovere. Souvenir vintage, soprammobili d’epoca e mobili d’antiquariato sono solo alcuni degli oggetti che troverete esposti a Borghetto Flaminio, la cui specialità rimane comunque l’abbigliamento usato di un certo livello: borse e capi firmati sono la merce più presente fra le varie bancarelle, ma non mancano anche orologi e scarpe, per la gioia di chiunque volesse poter sfoggiare un abito griffato ma non se lo può permettere nuovo di zecca; con un po’ di pazienza e fortuna, l’affare della vita è sempre dietro l’angolo!

Dove dormire per godersi il miglior shopping di Roma?
A San Pietro b&b
! Prenotate: [email protected] o al numero +393662647727

LA COLAZIONE, LA WIFI E L'ARIA CONDIZIONATA SONO SEMPRE COMPRESE NELLA TARIFFA

VERIFICA DISPONIBILITA' ADESSO