I migliori coworking di Roma: condividere spazio di lavoro a Prati e dintorni

Negli ultimi anni il mondo del lavoro si è evoluto inarrestabilmente, creando inedite mansioni digitali e rivelando opportunità – soprattutto ai più giovani – fino a pochi anni fa impensabili. Questo incredibile progresso ha portato nel corso del tempo alla nascita di un lessico tutto nuovo, tra start-up, influencer, riders, car-sharing e quant’altro: Roma, in quanto città moderna e sempre al passo con i tempi, non è di certo rimasta indietro in questo viaggio sfrenato nei lavori del futuro e a dimostrazione di ciò è sufficiente constatare l’incredibile numero di spazi di coworking che sono nati negli ultimi anni nella capitale

Potrebbe interessarti anche:
Visitare Roma in bicicletta e con bici elettrica

Il coworking: sostenibilità e opportunità di crescita al servizio di tutti

Ma che cos’è di preciso il coworking? Dietro a questo termine apparentemente complicato si nasconde un concetto davvero molto semplice, per quanto innovativo. Per “spazio di coworking” si intende infatti un luogo attrezzato come un vero e proprio ufficio e quindi adibito ad alloggio lavorativo, per periodi di breve o media durata. I punti di forza di questa metodologia derivano chiaramente dalla possibilità di socializzare e di condividere know-how ed esperienze con chiunque altri condivida lo spazio con voi; oltretutto, il coworking permette – soprattutto agli aspiranti imprenditori o liberi professionisti alle prime armi – di contenere enormemente i costi di un vero e proprio ufficio, dando la possibilità di suddividere le spese di locazione con i propri colleghi temporanei (con i quali si condivideranno eventualmente anche gli spazi comuni, come ad esempio una sala riunioni). Come detto, da diversi anni oramai Roma offre questo genere di progetti all’interno del suo territorio e la zona di San Pietro – che comprende il nostro quartiere, Prati – non fa eccezione. Qui sono nate diverse strutture adibite al coworking: alcune di esse sono suddivise per aree tematiche, ma è in ogni caso possibile consultare i vari siti degli uffici a disposizione per cercare il più adatto alla vostra attività; nelle apposite sezioni, infatti, si potranno trovare le singole presentazioni degli ospiti presenti all’interno, così da scegliere il proprio spazio anche in base alle individualità con le quali si intende condividere il proprio lavoro.
Andiamo quindi ad elencare alcuni degli spazi di coworking più stimolanti della nostra zona.

Bside

Via Boezio, 4c – Tel. 06 32803408 – Sito web: bside.pickcenter.it

Il Bside è in buona sostanza una via di mezzo fra un ufficio dedicato al coworking ed un business center: come suggerisce il nome stesso, si tratta di un’opzione B, una sorta di alternativa al lavoro in casa, il luogo ideale per condividere le proprie conoscenze ed esperienze lavorative con altri freelance, aiutandosi così a crescere l’un l’altro; un’eventualità favorita soprattutto dalla location: questo spazio per il coworking sorge infatti a fianco del Pick Center, realtà che da anni offre ospitalità a qualsiasi società o piccola/media impresa che desideri lavorare nella Capitale. Sviluppatosi su due piani, Bside dispone al piano terra di postazioni condivise e non riservate ed al primo piano le cosiddette resident, con le scrivanie assegnate che comprendono anche l’uso di una cassettiera personale. La possibilità che dal brainstorming nascano così progetti concreti e fruttuosi è molto elevata, essendo uno spazio che garantisce sempre nuovi incentivi e motivazioni. Per assicurarsi una poltrona in questa struttura ci sono diverse opzioni, ma i prezzi si aggirano tra i 200 e i 250 euro al mese; sono disponibili anche dei pass giornalieri che partono dalla modica cifra di 25 euro. Ad ogni modo, vi invitiamo a consultare il sito per scoprire eventuali promozioni.

Coaster

Via Caio Mario, 14b – Tel. 06 96527893 – Sito web: www.coastercowo.com

Un’altra interessante realtà nell’ambito del coworking a Prati è Coaster: uno spazio di lavoro innovativo nel quale il dovere si trasforma in piacere grazie alle vetrine sulla strada e al bar a tempo (ribattezzato “coffice” per l’occasione). Nato nel 2016 dall’idea di due giovani sviluppatori e manager, Coaster è maturato fino a diventare un vero e proprio punto di riferimento in questo settore: da allora ha infatti radunato una notevole rete di aziende e di professionisti specializzati, dando vita fra le sue mura ad un cospicuo numero di progetti di grande valore; l’obiettivo dei fondatori di questo spazio condiviso è quello di guardare al futuro ma di parlare al presente, cercando di innovare soprattutto i settori tradizionali tramite le più moderne tecnologie, senza dimenticare però l’importanza delle eccellenze dei mestieri. Per garantirsi un posto all’interno di Coaster si può optare per un contributo di 5 euro all’ora, oppure abbonarsi per un mese a dei prezzi che ondeggiano indicativamente fra i 200 e i 300 euro. È anche disponibile una sala riunioni per una decina di persone a partire da 50 euro per 2 ore.

Writers Guild Italia

Via Luigi Settembrini, 1 – Tel. 06 88934378 – Sito web: writersguilditalia.it/coworking

Per tutti coloro che lavorano nel campo dell’audiovisivo (cinema e televisione, soprattutto), oppure desiderano entrare in questo mondo e necessitano di un luogo di incontro per discutere e valutare con altri professionisti il proprio lavoro, la Writers Guild Italia è senza dubbio lo spazio di coworking ideale; situato nel quartiere Prati nel seminterrato di un’affascinante palazzina in stile Liberty, la Writers Guild Italia si trova a due passi dal Tevere, dalla storica sede RAI in viale Mazzini e alla fermata della metro di Lepanto. All’interno di questo coworking è possibile utilizzare le stanze dedicate – sia al lavoro del singolo che a quello di gruppo – per scrivere in tutta tranquillità, leggere, organizzare riunioni di brainstorming fra scrittori e creativi, oppure tenere lezioni private; a supporto di tutte queste attività è disponibile un ottimo collegamento wi-fi, una lavagna bianca, cinque scrivanie e un sacco di sedie, senza dimenticarsi dell’indispensabile cucina. Per tutto ciò, la Writers Guild Italia chiede una quota di accesso che equivale a circa 1,50 euro all’ora: davvero poco, soprattutto se si considera che il primo ingresso è gratuito. Un abbonamento da 8 accessi, da 0 a 4 ore, costa invece 50 euro.

Dove dormire per visitare Roma in tutta tranquillità?
A San Pietro b&b
! Prenotate: [email protected] o al numero +39 329 3566656

LA COLAZIONE, LA WIFI E L'ARIA CONDIZIONATA SONO SEMPRE COMPRESE NELLA TARIFFA

VERIFICA DISPONIBILITA' ADESSO