Itinerario e guida per ammirare la street art e i murales a Roma

Roma non è più solo la capitale d’Italia e la sua città storica più visitata… da poco è stata anche citata tra le maggiori capitali europee della street art per il quantitativo notevole di opere di arte di strada che ospitano i suoi muri meno antichi. In questo articolo vi raccontiamo la Roma più spontanea, giovane e creativa e la sua arte popolare nata nelle periferie e oggi importata anche in alcune zone del centro storico.

Questo nuovo “movimento artistico” che ultimamente sta spopolando non ha avuto storia facile. Come in molte altre città anche a Roma la street art è nata illegalmente per le strade. Quella che in principio era una forma artistica di ribellione punita dalla legge come atto vandalico è stata poi riconosciuta come un mezzo creativo potente, capace di dare valore e colore soprattutto ad alcuni quartieri poco avvenenti. Certo ancora oggi questa forma di arte contemporanea è contestata e criticata da alcuni, ma in generale è innegabile il valore socio-culturale che un murales d’autore può apportare ad un muro grigio e spento. Perché la street art non è solo un bel colpo d’occhio capace di vivacizzare un quartiere cupo, ma molto spesso nasconde in sé messaggi importanti che è bene avere sempre sott’occhio. Quest’arte tipica delle periferie non per niente nasce spesso nei quartieri più popolari, spesso trascurati e messi in secondo piano dalle politiche comunali e si dimostra in grado di rendere evidenti, spesso con stile provocatorio, concetti di denuncia sociale decisamente importanti. Con la messa in regola della street art, dei graffiti e dei murales e la sua accettazione, a Roma questi messaggi non sono certo andati perduti, anzi grazie alla collaborazione degli artisti con associazioni culturali e amministrazioni sono nati progetti di recupero di alcune zone grigie della città che, grazie a questa innovativa forma d’arte sociale, stanno diventando sempre simili ad più attrazioni turistiche.

Per trovare le più belle opere artistiche che adornano i muri della capitale vi consigliamo di scaricare sul vostro cellulare l’App “Street Art Roma”, una nuova applicazione per smartphone che fornisce una mappa dettagliata e una guida di tutti i migliori murales.

Se invece volete girovagare per alcuni di questi quartieri e lasciarvi sorprendere dalle opere che incontrerete sulla vostra strada: ecco una breve guida ai migliori quartieri di street art a Roma.
Se non vi basta e siete alla ricerca qualcosa di originale nella capitale, perché non visitate il Museo del Videogioco di Roma?

I quartieri più caldi per la street art romana

Ostiense è stata una delle prime zone industriali di Roma ad essere riqualificata come distretto artistico con il progetto “Ostiense District”. Scoprirete i suoi muri più pop in via Ostiense, via del Gazometro, via del Porto Fluviale e nei dintorni. Sappiate che molti dei nomi degli artisti che hanno contribuito a questa riqualificazione sono piuttosto famosi: in particolare troverete un’opera di Blu, che ha trasformato un ex magazzino militare un arcobaleno dai colori pacifici. Blu ha una fama che ha di gran lunga scavalcato i confini nazionali ed è approdata su riviste e siti di tutto il mondo.

Il Testaccio ha già un discreto appeal turistico che è stato ulteriormente stimolato dalla presenza di molte opere di street art come “Jumping Wolf”, una lupa in bianco e nero, creata dall’artista ROA in via Galvani.

A Tor Marancia è stato il progetto “Big City Life” a dare il via ai murales. Infatti nel 2015 sono stati invitati venti artisti internazionali per dare un nuovo volto alle palazzine in Via di Tor Marancia. Il progetto è stato davvero un successone e oggi le opere “Il Bambino Redentore”, “Spettacolo, rinnovamento, maturità”, “Santa Maria di Shangai” e “Il peso della storia” sono continuamente meta di visita e fonte di grande orgoglio per gli abitanti del quartiere e di tutta Roma!

Volete organizzare una vacanza a Roma per vedere la street art della capitale e tante altre sue bellezze?
Prenotate San Pietro b&b: [email protected] o al numero +39 329 3566656