Conoscere meglio Aula Paolo VI, la sala dove si svolgono le udienze papali

Vi siete mai chiesti dove si svolgano le Udienze Papali in Vaticano? Se volete partecipare a un incontro col Papa e volete arrivare preparati, vi spieghiamo tutti i segreti dell’Aula Paolo IV.
La Città del Vaticano è un concentrato di edifici dalla grandissima importanza storica, artistica e spirituale
. Senza dubbio l’Aula Paolo VI è uno dei luoghi che racchiudono molteplici versanti d’interesse. Nota anche come Aula delle udienze Pontificie o Aula Nervi (il progettista al quale si deve la sua creazione, Pier Luigi Nervi) è l’auditorium principale a servizio della Città del Vaticano nonché uno dei principali contenitori delle udienze papali che si tengono qui quando non sono organizzate a Piazza San Pietro. Inoltre questo è il luogo prescelto per ospitare il concerto natalizio e altri speciali eventi dello Stato Vaticano.

La nascita dell’Aula delle Udienze del Papa

Oltre al fatto che dalla sua costruzione numerosi Papi hanno qui pronunciato i loro discorsi e incontrato i fedeli, l’edificio presenta altri incredibili punti di forza e merita di essere conosciuto in tutti i suoi aspetti, architettonici, storici e artistici.

L’Aula Paolo VI si trova in una posizione speciale a cavallo tra lo Stato Italiano e quello Vaticano. Per la maggior parte in verità occupa territorio italiano, è pero soggetta a extraterritorialità a favore della Santa Sede. La sua progettazione iniziò nel 1964 per volere di Paolo VI che coinvolse Pier Luigi Nervi nell’intento di creare un auditorium dedicato alle udienze papali. L’area scelta è proprio quella compresa tra la sacrestia della Basilica Vaticana e Piazza San Pietro.

Potrebbe interessarti anche:
Come raggiungere la Città del Vaticano in metropolitana

Nervi era un ingegnere specializzato in edilizia civile dedito al razionalismo architettonico e alla ricerca del connubio tra forma, proporzione e funzionalità. Collaborò con architetti di fama internazionale, tra i quali Le Corbusier, Giò Ponti e Louis Kahn, ma senza dubbio il suo progetto più importante fu proprio quello della Sala delle Udienze Papali, conosciuta anche con il suo nome. I lavori di costruzione iniziarono nel 1966 e l’Aula venne inaugurata ufficialmente il 30 giugno 1971.

Una macchina perfetta per vedere e udire; ecologica e dal grande valore artistico

La prima grande particolarità di questo luogo è stata fortemente ricercata e voluta dal suo progettista , in accordo con Papa Paolo VI: questo auditorium è stato concepito come una “macchina per vedere e udire”, ogni elemento architettonico è funzionale alla creazione dell’acustica e della visuale perfetta. La sua capienza massima raggiunge le dodicimila persone e per facilitare la ricezione da parte del pubblico l’intero auditorium è sovrastato da una volta parabolica a doppia curvatura che appare genialmente come sospesa nell’aria. Per facilitare anche la visuale del pubblico verso l’oratore anche il pavimento è a doppia curvatura convessa. L’illuminazione naturale è garantita durante il giorno da due grandi finestre ovali.

Ma le particolarità dell’Aula Paolo VI non si esauriscono con la sua capacità comunicativa, perché dal 2008 questo è anche un edificio ecologico alimentato in modo ecosostenibile da un impianto fotovoltaico, composto di 2400 pannelli fotovoltaici installati sul tetto dell’edificio.

Oltre al suo valore innovativo a livello architettonico ed ecologico l’Aula Nervi ha un fortissimo appeal artistico grazie all’impressionante scultura che domina il suo palco. Parliamo dell’imponente “Resurrezione” di Pericle Fazzini, la scultura bronzea creata tra il ’70 e il ’75 dall’artista proprio come sfondo per l’Auditorium Papale. La scultura ha dimensioni davvero gigantesche, 20 metri per 7, e un primo impatto davvero sconvolgente. L’intento dell’autore è stato decisamente quello di creare uno shock nello spettatore, rappresentando Gesù che fuoriesce dal cratere di una bomba nucleare nell’orto del Getsemani.
In occasione della Pasqua 2013, le Poste Vaticane hanno anche immortalato questa scultura un francobollo celebrativo.

Volete vedere con i vostri occhi questo e tutti gli importanti luoghi storici di Città del Vaticano? Scegliete di pernottare a due passi dalla Santa Sede!

Prenotate il vostro soggiorno a San Pietro B&B,
scrivendo una e-mail a [email protected] o telefonando al numero +393662647727

LA COLAZIONE E' SEMPRE COMPRESA

prenota sul sito www.sanpietrobeb.com, la colazione e’ SEMPRE compresa nella tariffa

VERIFICA DISPONIBILITA' ADESSO